Domenica, Dicembre 10, 2023

L' Angolo Custode

Le metafore non sono mai innocenti e le parole sappiamo bene come possano diventare gioghi. Propongo invece di coltivare i giochi di parole, perché seguendone il filo si può andare oltre gli steccati e scoprire concetti inusitati, a volte al di là di ogni impaginazione! L’idea dell’ “angolo”, dove il gioco si possa svolgere, nasce dalla necessità di fruire di uno spazio protetto, protetto ma non così tanto da non essere partecipe della realtà interna e di quella circostante. D. Winnicott ricordava che l’angoscia è sempre presente nel gioco del bambino, ma che un eccesso di angoscia rende il gioco ripetitivo e compulsivo oppure che può tradursi in un’esasperata e sterile ricerca di piaceri.
Quindi, uno stato di quiete relativa, ma vigile e aperto, in cui ci si dispone a gettarsi nel mare delle parole senza sé e senza me!

Buona lettura!

Guido Berdini

 

Tessiture

 

 

In die busillis

 

 

Time: FAQ

 

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Attualità della ricerca

attualità della ricerca

Articoli Storici

articolistorici

Infanzia e Adolescenza

infanzia e adolescenza

Login