Venerdì, Gennaio 21, 2022

Lombardozzi A., Meterangelis G. (a cura di) (2021), Forme della fusionalità. Attualità del concetto. Franco Angeli.

Scritti di: Stefano Bolognini, Nicoletta Bonanome, Basilio Bonfiglio, Paolo Fonda, Alfredo Lombardozzi, Giovanni Meterangelis, Claudio Neri, Anna Maria Nicolò, Lydia Pallier, Giancarlo Petacchi, Giulio Cesare Soavi, Annamaria Speranza, Roberto Tagliacozzo

Prefazione di Anna Maria Nicolò

Il gruppo di lavoro clinico a cui hanno partecipato eminenti psicoanalisti come Claudio Neri, Lydia Pallier, Giancarlo Petacchi, Giulio Cesare Soavi e Roberto Tagliacozzo a partire dai primi anni Ottanta, ha approfondito il tema teorico-clinico della Fusionalità, per giungere negli anni Novanta alla pubblicazione del libro Fusionalità: scritti di psicoanalisi clinica. Relativamente alla fantasia fusionale questi autori sostengono: “Tale fantasia si caratterizza con l’aspettativa della condivisione spontanea e non si accompagna alla violenza intrusiva. Essa si può considerare diffusa in tutte le età ed appartiene in gradi diversi sia alla normalità che alla più seria patologia. La <fusione> può essere immaginata con oggetti esterni o con oggetti interni, può essere cosciente o inconscia e rifiutata. Può assumere carattere difensivo nei confronti di emozioni spiacevoli (quali invidia o abbandono o altre forme di fusionalità gravemente regressive), ma può anche essere considerata come la realizzazione delle aspettative di un modo dell’essere sufficiente a se stesso. L’aspettativa fusionale frustrata può condurre a violente patologie. Inoltre la presenza nella stessa persona di inclinazioni fusionali e di aspirazioni alla individuazione può talora essere responsabile di gravi angosce conflittuali”.

Il presente libro, oltre a riproporre alcuni scritti dal testo originario, presenta una riflessione e una rivisitazione del concetto attraverso una serie di contributi, presentati in un convegno del Centro di Psicoanalisi Romano a Marzo del 2019, che tracciano una storia delle modalità in cui il gruppo di autori ha elaborato il concetto e mettono in evidenza la convergenza con le tendenze che all’epoca si prefiguravano nella psicoanalisi contemporanea, in particolare nello sviluppo della psicologia del Sé e della psicoanalisi relazionale. Vengono, inoltre, individuati alcuni importanti tratti innovativi riguardanti l’uso e lo sviluppo del concetto di ‘Fusionalità’ nella clinica psicoanalitica contemporanea.

(Tratto dalla quarta di copertina)

Alfredo Lombardozzi è socio ordinario della SPI e dell’IPA e socio ordinario con funzioni di training dell’ IIPG. E’ stato Direttore della rivista Koinos-gruppo e funzione analitica  e Segretario scientifico del Centro di Psicoanalisi Romano. Ha pubblicato: Figure del dialogo tra antropologia e psicoanalisi, Borla, Roma, 2006 e L’imperfezione dell’identità. Riflessioni tra psicoanalisi e antropologia; AlpesItalia, Roma, 2015.

Giovanni Meterangelis Psichiatra e membro ordinario della SPI e dell’IPA. Ha lavorato  dal 1980 al 2009 come psichiatra presso i servizi psichiatrici pubblici. Autore di numerosi lavori scientifici su tematiche psichiatriche e psicoanalitiche, ha curato per l’Editore Franco Angeli con C. Busato Barbaglio, C. Pirrongelli  e L. Solano, Anticipare il futuro: la psicoanalisi oggi ( Roma,2017) e Enactment: Parole in azione ( Roma, 2019) con P. Boccara e G. Riefolo

Recensione di Luisa Masina

Recensione di Adriana D'Arezzo

Vedi anche

In ricordo di Giulio Cesare Soavi, di Claudio Neri (2021)

In ricordo di Lydia Pallier di C. Busato Barbaglio (2020)

Report di Ada Cristillo e Elisabetta Papuzza su “Fusionalità - Storia del concetto e sviluppi attuali (23-24 marzo 2019)

In ricordo di Giulio Cesare Soavi. Video intervista a cura di Paolo Boccara e Giuseppe Riefolo (2012)

 

 

 

 

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Attualità della ricerca

attualità della ricerca

Articoli Storici

articolistorici

Infanzia e Adolescenza

infanzia e adolescenza

Login