Giovedì, Aprile 18, 2024

Nicola Perrotti, Il problema psicologico del matrimonio, 1949

Segnaliamo un articolo storico di Nicola Perrotti: "Il problema psicologico del matrimonio" del 1949 (In Problemi di psicoanalisi, ed. Peloritana Messina, 1972), con una nota introduttiva di Adriana D’Arezzo

È molto frequente che persone vicine a contrarre matrimonio o vincoli equivalenti attuali facciano richiesta di consultazione psicologica o analitica e che le tematiche inerenti quest’area costituiscano il fulcro di interi trattamenti psicoanalitici.

Questo lavoro di Nicola Perrotti, scritto nel 1949, nonostante l’indubbia distanza dal nostro contesto sociale e culturale, ci sembra interessante proprio per certe peculiarità che sembrano resistere invariate nel tempo.

Nel cuore di questo lavoro Perrotti sostiene che “…soltanto nel matrimonio si raggiunge l’unificazione del destino personale dei due coniugi. È questa unificazione di destino che può inglobare tutte le tendenze personali e sociali e che, mentre favorisce la sicurezza interiore e psicologica individuale di ognuno dei coniugi, d’altronde permette che si formi l’unità di destino della prole e della famiglia che si va creando.”

Elaborazioni incomplete di processi di separazione dal nucleo familiare originario e/o sviluppi deficitari del sé, incongruenze tra i progetti inconsci soggettivi e familiari, difficili raccordi transgenerazionali, trovano in queste circostanze occasione per emergere e per tentare una migliore risoluzione in contesti affettivi differenti. Non sfugge, quindi, l’opportunità trasformativa rappresentata dalle crisi che insorgono in queste circostanze.

 

LEGGI L'ARTICOLO

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Login