Giovedì, Ottobre 28, 2021

Enzo Bonaventura. La psicoanalisi. A cura di David Meghnagi

MEGHNAGI

Marsilio, 2017

Enzo Joseph Bonaventura (1891-1948) fu uno dei più autorevoli esponenti della psicologia sperimentale e della psicoanalisi italiana tra le due guerre. 

Allievo di Francesco De Farlo, gli subentro nella direzione del Laboratorio nel 1924.   Espulso dall’Università di Firenze in seguito alle “Leggi razziali” del 1938, si trasferì a Gerusalemme dove svolse un ruolo  rilevante nello sviluppo della ricerca psicologica accademica israeliana. 

Psicologo sperimentale, svolse importanti ricerche sulla percezione del tempo e dello spazio e sule illusioni dell'introspezione, ha pubblicato nel 1929 uno studio fondamentale sulla psicologia del tempo. 

Pioniere della psicoanalisi italiana, prima di lasciare l’Italia, scrisse una sintesi dell’opera di Freud (La psicoanalisi. Milano: Mondadori, 1938), che può essere considerata un classico, e la cui rivisitazione è l’occasione per la ricostruzione di una dolorosa pagina di storia largamente ignorata. 

Rientrato a Gerusalemme dopo un soggiorno italiano nel 1947, fu assassinato il 13 aprile dl 1948 nel corso dell'agguato terroristico contro il personale dell'ospedale e dell'Università. Insieme a lui morirono 78 persone tra cui diversi sopravvissuti allo sterminio nazista, che dopo la guerra avevano sperato di rifarsi una vita in Israele.      

  

David Meghnagi, Psicoanalista SPI, è professore d psicologia clinica, di psicologia dinamica e di psicologia della religione presso l'Università Roma Tre. Dove dirige il Laboratorio di psicologia clinica e di psicoanalisi applicata e il Master internazionale di II livello in didattica della Shoah, istituito nel 2005.  E' membro del Board ell'Internatinal Psychoanalytical Association e direttore di Trauma and Memory. Studioso della componente ebraica dell'opera di Freud, ha svolto ricerche sui processi di resilienza e sui percorsi di rielaborazione del lutto individuale e collettivo. Premio Fiuggi per la ricerca psicologica e storica, ha curato l'edizione italiana del carteggio tra Freud e Zweig (Marsilio, 2000). Tra i suoi numerosi studi: "Il Kibbutz", Roma, 1975; "Modelli freudiani della critica e teoria psicoanalitica", Roma, 1985; "Memoria e storia dell'insurrezione del Ghetto di Varsavia", Roma 1985; Tensioni ebraiche nell'opera di Freud, Roma, 1987; Il tempo del transfert, Guerini, 1089; Un secolo di Freud, Guerini, 1089; Il Padre e la Legge, 1992; Freud and Judaism, London, 1993; "Lettere sullo sfondo di una tragedia" (Marsilio 2000); Ricomporre l'infranto (Venezia, 2005); Antinomia dell'educazione nel XXI secolo (Roma 2005); Le sfide di Israele (Marsilio, 2010); "From the Dreams of a generation to the theory of dream: Freud' Roman Dreams"; IJP 2011; "Jewish humor on Psychoanalysis", IJP, 1991; The Silvano Arieti's Novel: The Parnas, A scene from the Holocaust, IJP, 2014; "La psicoanalisi di Enzo Bonaventura", Marsilio, 2017.  

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Attualità della ricerca

attualità della ricerca

Articoli Storici

articolistorici

Infanzia e Adolescenza

infanzia e adolescenza

Login