Lunedì, Settembre 16, 2019
  • Informazioni sul Centro

    Il Centro di Psicoanalisi Romano è una sezione della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) che fa parte dell’International Psychoanalytic Association (IPA) fondata da Sigmund Freud. E’ un’istituzione che nasce a Roma nei primi anni ‘50, per promuovere la psicoanalisi, sia come ricerca delle modalità di funzionamento della mente, sia come cura del disagio e dei disturbi psichici...
    Leggi ora
  • Centro Consultazione Adulti

    All'interno del Centro di Psicoanalisi Romano è in funzione da molti anni un Servizio di Consultazione condotto da psicoanalisti, attivi nella ricerca scientifica e membri della Società Psicoanalitica Italiana (SPI)...
    Leggi ora
  • Centro Clinico Consultazione Bambini e Adolescenti

    Nel Centro di Psicoanalisi Romano è attivo il servizio di consultazione per bambini e adolescenti in naturale continuità e collaborazione con il servizio di consultazione adulti....
    Leggi ora
  • "Buona la prima"

    Alcune sequenze di film tratte dal cinema offrono spunti per immagini, pensieri, emozioni che possono caratterizzare i primi significativi incontri nelle relazioni di aiuto e di cura...
    Leggi ora

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono dei piccoli file di testo che, trasferiti sull’hard disk del computer dei visitatori, consentono di conoscere la frequenza delle visite e quali pagine del sito vengono visitate dai netizen. Si tratta di dati che non permettono di procedere all’individuazione dell’utente (ma la sola provenienza dell’azienda), non incrociamo le informazioni raccolte attraverso i cookies con altre informazioni personali. La maggior parte dei browser può essere impostata con modalità tali da informarla nel caso in cui un cookie vi è stato inviato con la possibilità, da parte sua, di procedere alla sua disabilitazione. La disabilitazione del cookies, tuttavia, può in taluni casi non consentire l’uso del sito oppure dare problemi di visualizzazione del sito o delimitare le funzionalità del medesimo sito, pur se limitatamente ad aree o funzioni del portale.

La disabilitazione dei cookies consentirà, in ogni caso, di accedere alla home page del nostro Sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento permanente degli utenti. L’uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati sul Sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente. Coloro che intendono avvalersi della sezione riservata del sito prestino attenzione alla specifica informativa anche relativamente all’uso dei cookies.

Video intervista a Mario Tronti

La bella intervista apparsa su Repubblica il 28 settembre 2014 a Mario Tronti fatta da Gnoli ci ha invogliato a riflettere con lui, testimone particolare del nostro tempo, sulla sua lunga e appassionante storia, sulle sue delusioni e sulle sue speranze.Poche. Ma non per questo ha mai smesso di impegnarsi.

Mario Tronti è un filosofo e politico italiano considerato tra i principali fondatori dell’operaismo teorico degli anni 60. Fu con Raniero Panzieri tra i fondatori della rivista Quaderni Rossi, da cui si separò nel 1963 per fondare la rivista Classe operaia, della quale fu il direttore. E’ anche senatore PD. Tronti si inscrive nel filone del realismo politico che si fonda su una antropologia pessimistica. Come più volte gli ho sentito dire ..”E’ il Kant dell’uomo come ‘legno storto’, quel legno che quando tenti di raddrizzarlo si spezza. In un altro suo intervento affermava : “ Su questa base, contro il senso comune intellettuale dominante, leggo il secolo trascorso, il Novecento, come un secolo di grandi speranze, disperatamente cadute e, promesse non mantenute, mentre questo avvenieristico ventunesimo secolo mi sembra solamente senza speranza, e senza promessa.”

Viviamo, afferma nell’intervista stessa, un tempo senza epoca.

Abbiamo chiesto ad Amedeo Falci collega di Palermo di intervistarlo. Mario Tronti è una persona squisita, affabile, curiosa e per chi ne ha goduto l’opportunità, un vero amico.

Carla Busato Barbaglio

E' possibile qui visualizzare la prima parte dell'intervista.
La seconda parte è disponibile sul canale youtube del Centro di Psicoanalisi Romano.

 

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Login