Domenica, Luglio 15, 2018
  • Informazioni sul Centro

    Il Centro di Psicoanalisi Romano è una sezione della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) che fa parte dell’International Psychoanalytic Association (IPA) fondata da Sigmund Freud. E’ un’istituzione che nasce a Roma nei primi anni ‘50, per promuovere la psicoanalisi, sia come ricerca delle modalità di funzionamento della mente, sia come cura del disagio e dei disturbi psichici...
    Leggi ora
  • Centro Consultazione Adulti

    All'interno del Centro di Psicoanalisi Romano è in funzione da molti anni un Servizio di Consultazione condotto da psicoanalisti, attivi nella ricerca scientifica e membri della Società Psicoanalitica Italiana (SPI)...
    Leggi ora
  • Centro Clinico Consultazione Bambini e Adolescenti

    Nel Centro di Psicoanalisi Romano è attivo il servizio di consultazione per bambini e adolescenti in naturale continuità e collaborazione con il servizio di consultazione adulti....
    Leggi ora
  • "Buona la prima"

    Alcune sequenze di film tratte dal cinema offrono spunti per immagini, pensieri, emozioni che possono caratterizzare i primi significativi incontri nelle relazioni di aiuto e di cura...
    Leggi ora

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono dei piccoli file di testo che, trasferiti sull’hard disk del computer dei visitatori, consentono di conoscere la frequenza delle visite e quali pagine del sito vengono visitate dai netizen. Si tratta di dati che non permettono di procedere all’individuazione dell’utente (ma la sola provenienza dell’azienda), non incrociamo le informazioni raccolte attraverso i cookies con altre informazioni personali. La maggior parte dei browser può essere impostata con modalità tali da informarla nel caso in cui un cookie vi è stato inviato con la possibilità, da parte sua, di procedere alla sua disabilitazione. La disabilitazione del cookies, tuttavia, può in taluni casi non consentire l’uso del sito oppure dare problemi di visualizzazione del sito o delimitare le funzionalità del medesimo sito, pur se limitatamente ad aree o funzioni del portale.

La disabilitazione dei cookies consentirà, in ogni caso, di accedere alla home page del nostro Sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento permanente degli utenti. L’uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati sul Sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente. Coloro che intendono avvalersi della sezione riservata del sito prestino attenzione alla specifica informativa anche relativamente all’uso dei cookies.

Serate Scientifiche

  • Giovedì 11 ottobre 2018, ore 21,30 +

    Luigi Solano: "Simbolizzazione, integrazione, connessione nel lavoro clinico con persone con disturbi somatici". Discussant: Carla Busato   Serata riservata a Leggi ora
  • Giovedì 8 novembre 2018, ore 21.30 +

    Paola Marion: "Il disagio del desiderio. Sessualità e procreazione nel tempo delle biotecnologie". Discussant: Lorena Preta   Serata riservata a Leggi ora
  • 1

In Primo Piano

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Focus e ... dintorni

focus..e dintorni

  • 1

Spipedia

spipedia

Spipedia e’ la piccola enciclopedia aperta della psicoanalisi, ospitata sul portale spiweb.it.

Ricerca

ricerca

Vengono qui pubblicati articoli, recensioni, interviste, segnalazioni di Congressi e Convegni, ecc. sul tema della ricerca quantitativa e qualitativa in psicoanalisi.

Attività Scientifiche Esterne

ricerca

Sezione dedicata alla segnalazione di attività dei nostri Soci svolte all’esterno del Centro.

Psychoanalysis Today
Free access e-journal

Novità Editoriali

imgbooks

  • 1

Il contributo di David Meghnagi alla storia del pensiero psicoanalitico - Enzo Bonaventura: un padre cancellato. Di Alessandra Balloni

Note sulla relazione “Storia di una rimozione, attualità di un pensiero” di David Meghnagi (serata scientifica, 7 giugno 2018)

Vista la rapidità con cui abbiamo dimenticato l’esteso consenso su cui poté contare il Fascismo in Italia, non dovrebbe sorprendere la rimozione dalla storia della Psicoanalisi italiana della figura di Enzo Bonaventura, un ebreo la cui vita fu drammaticamente segnata dall’ascesa di un regime corresponsabile di un genocidio senza precedenti nella storia dell’uomo.

David Meghnagi, storico, ricercatore e psicoanalista, si è assunto il compito, impegnativo ma appassionante, di portare alla luce la vicenda personale e il lascito di questo importante padre dimenticato della Psicoanalisi, attraverso uno studio storiografico che lo ha impegnato per circa quarant’anni. Ne emerge una personalità poliedrica, di grande intelligenza e spessore culturale. Dopo la laurea in filosofia Bonaventura diventa assistente nel Laboratorio di psicologia fondato da De Sarlo nel 1903, in cui convogliano le influenze d’impostazione metodologica e di pensiero di Wundt e di Brentano, ovvero la sperimentazione e l’introspezione. La psicoanalisi – la sua opera più significativa – viene pubblicata nel 1938, lo stesso anno in cui vengono introdotte le leggi razziali e il fascismo si allinea al programma di sterminio della Germania nazionalsocialista. Rifugiatosi in Palestina, otterrà la cattedra di Psicologia e la direzione di un importante laboratorio pedagogico alla Hebrew University di Gerusalemme. Non sarà richiamato all’Università di Firenze neppure dopo la fine della guerra, ingiustamente espulso e poi dimenticato, sarà ucciso in un attentato nel 1948 nella sanguinosa imboscata araba al convoglio dei medici dell’Hadassah, nei pressi di Gerusalemme.

Meghnagi ci racconta come nella storia della psicoanalisi a fianco alla ben nota matrice triestina di Edoardo Weiss, esista quella dimenticata di Enzo Bonaventura. Legato al mondo universitario filosofico e della ricerca psicologica, Bonaventura propone una concezione “laica”, non protezionista della psicoanalisi, una visione capace di riconoscere il peso dell’eredità filosofica dell’opera freudiana – Hobbes, Herbart, Schopenhauer e Nietzsche – e di aprirsi al confronto con la sperimentazione e con le altre discipline psicologiche. Rifiutando l’idea della psicoanalisi come disciplina chiusa in se stessa, e consapevole dell’enorme contributo scientifico delle scoperte freudiane, guarda a quello psicoanalitico come al metodo d’elezione per la comprensione delle dinamiche intrapsichiche e inconsce del soggetto considerato nella sua unitarietà. Si tratta di una psicoanalisi che non ha la pretesa di saturare il sapere psicologico e che considera il confronto con le altre discipline scientifiche un nutrimento necessario.

È raro che gli psicoanalisti riescano a compiere quel rigoroso lavoro di ricerca d’archivio, di verifica dell’attendibilità delle fonti, che caratterizza il metodo storiografico. David Meghnagi rappresenta una felice eccezione. Il suo prezioso lavoro di ricerca ci ha consentito di iniziare a conoscere Enzo Bonaventura e con lui la storia del pensiero psicoanalitico, una storia intesa come responsabilità critica e autoriflessiva attorno ai fatti.

София plus.google.com/102831918332158008841 EMSIEN-3

Login